Categorie
Essere un Ciclista

Ti dico di cosa NON hai bisogno per allenarti in bici!

l concetto che ti voglio passare in questo episodio è che il tempo e l’esperienza ti diranno di cosa realmente hai bisogno per pedalare al meglio, ascolta il tuo corpo, ti renderai conto di avere le capacità che ti servono per raggiungere i risultati desiderati.

Il concetto che ti voglio passare in questo episodio è che il tempo e l’esperienza ti diranno di cosa realmente hai bisogno per pedalare al meglio, ascolta il tuo corpo, ti renderai conto di avere le capacità che ti servono per raggiungere i risultati desiderati.

Su internet o youtube tutti a fare liste di quello che hai bisogno per andare in bici, oppure di cosa devi procurarti per fare ciclismo!

Molte persone sprecano risorse preziose sui particolari o sugli accessori, per iniziare una qualsiasi attività, sportiva o di altro tipo, penso che bisogna lasciare da parte tutta questa fuffa e andare dritti al sodo!

Se hai ascoltato tutti i miei podcast sai la storia del mio inizio con la bicicletta, vent’anni fa, come terapia per recuperare il menisco compromesso durante una maratona. Se non lo sai ascolta genesi di un ciclista è il Primo episodio.

Nel secondo racconto come ho rimediato la bici, una vecchia olmo abbandonata, da chissà chi, nel garage di mio padre.

Mi ritengo fortunato da questo iter, insolito, diciamo un’imposizione, quel dottore me lo ha ordinato e io ho eseguito.

E col senno di poi gli sono grato, sia per aver risolto il problema al menisco e sia, principalmente, per avermi iniziato a questo splendido sport che oggi mi ha portato a diventare, come mi piace dire. Un fiero e felice ciclista da 10000KM l’anno.

Molti ciclisti che praticano costantemente il ciclismo pedalato, sono senz’altro d’accordo con me: per iniziare con la bicicletta all’inizio devi ridurre al minimo gli aspetti, scomodi, fastidiosi o dispendiosi.

Il piacere della bicicletta è quello stesso della libertà e quindi affinché sia un vero piace deve essere senza costrizioni o impedimenti che ti possono bloccare.

Per questo ti esorto ad andare in bicicletta senza particolari presupposti. Molla tutti i freni mentali e lanciati in discesa!

Basta ciclosofia, ah ah ah andiamo sul pratico.

  1. Inizio a dirti l’unica cosa davvero necessaria La Bicicletta, al giorno d’oggi e molto facile trovarne una, non ti sto dicendo di comprarla, ma di rimediare una bici.

Prendine una in prestito, magari un parente un amico che c’è l’ha buttata in un angolo, se non c’è l’hai, magari valuta di acquistarne una entry level, cioè una di livello base, ma se riesci a non spendere denaro all’inizio è meglio, spesso nelle nostre case le bici vengono accantonate solo per un piccolo guasto che non c’è mai tempo o voglia di far riparare.

Una volta recuperato il mezzo, rendilo affidabile, controlla le gomme, i freni importantissimi, il cambio, la catena deve essere sempre ben lubrificata. Di qualsiasi livello è la bici se è stata tanto tempo ferma ti consiglio di portarla da un meccanico. Questo ti farà stare più tranquillo nelle prime uscite.

Ora vediamo quello che non hai bisogno per cominciare l’attività sportiva in bici

  • Ad esempio, non hai bisogno di essere già un atleta, basta salire in sella e cominciare a pedalare a sensazione. Tieni presente che nessuno ti corre dietro e nessuno ti giudicherà se vuoi andare piano o hai voglia di spingere un po’. Be’ certo, devi fare attività fisica, non stai andando a comprare il pane, anche se sei all’inizio un po’ datti da fare.

Ti renderai conto che Nessuna delle nostre piccole sofferenze quotidiane resiste a un buon colpo di pedale!

  • Un altro mito da sfatare è quello dell’abbigliamento, molto spesso cercano di convincerti che non sia possibile utilizzare la bici senza una maglia supercolorata piena di sponsor, pantaloncini in lycra col fondello, scarpe tecnologiche a sgancio rapido e roba del genere.

Per andare in bici la prima regola è essere comodi e sentirsi a proprio agio. Quindi inizialmente non hai bisogno di abbigliamento super tecnico, inizia con la tuta che hai in casa, con le scarpe da ginnastica che ti ritrovi.

Riduci al minimo lo spreco di risorse materiali e mentali.

  • Non hai bisogno di Accessori speciali per la tua bicicletta, computerini, gps, cardio frequenzimetri o i più moderni misuratori di potenza ah ah ah, molte persone oggi vengono persuase dal marketing, il business del ciclismo è in forte crescita, non lasciarti ammaliare.

Tu hai già quello che ti serve: la tua bici, inforcala e vedrai che già dalle prime pedalate scoprirai la potenza, che questo semplice strumento,  ha sul tuo umore.

  • Non hai bisogno di Componentistica speciale, la componentistica riguarda le ruote, le forcelle, il cambio ecc… anche in questo ambito le fisime sono dietro l’angolo, conosco ciclisti ossessionati da componenti super leggeri, performanti, professionali, questi sono gli aggettivi che ti conviene, conviene: in tutti i sensi, evitare, inizialmente.

l tempo e l’esperienza ti diranno di cosa realmente hai bisogno per pedalare al meglio, ascolta il tuo corpo, ti renderai conto di avere le capacità che ti servono per raggiungere i risultati desiderati.

Per oggi e tutto, cari Ciclisti e care cicliste,

Sono tanto contento che sei arrivato fino a qui e ti rimando al gruppo Facebook cercate A ruota Libera c’è anche un canale telegram apri l’applicazione e cerca @staiaruotalibera oppure scrivimi in privato sempre su telegram cerca @luigiciclista, ti metto i link nella descrizione di questa puntata cercateli. Inviarmi domande, opinioni e datemi dei feedback e critiche costruttive, Dimmi di cosa non c’è bisogno per andare in bici. ti aspetto.

Farò di tutto affinché questo canale, un po’ artigianale, riesca a dare un valore per chi lo Ascolta, il vostro aiuto è importante!

Vi chiedo, infine, fortemente di condividere questo podcast con i vostri amici ciclisti per permettere a più persone possibili di conoscere a ruota libera in modo che altri ciclisti possano usufruire di questi contenuti che con tanta passione mi impegno a creare per tutti.

Perché la fuga in solitaria non è mai una tattica vincente Spero che saremo un gruppo compatto fino al traguardo.

Allora Rimani in scia A ruota Libera..

Di Luigi Vergari

A Ruota Libera è il primo podcast dedicato al ciclismo pedalato e sensoriale. Fatto da un ciclista amatore e rivolto ai ciclisti amatori.
La passione per questo splendido sport mi spinge prima di tutto a pedalare e poi a ricercare sempre le novità e scoprire le innovazioni che girano attorno al mondo del ciclismo.
In più farò interviste a ciclisti che hanno una grande storia alle spalle.
Sono anche appassionato di informatica, in particolare ho avuto varie esperienze da Web Master.

Rimani in scia A Ruota Libera!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *